ACC Associazione Cardellino Campano

Il Nipaf libera 35 cardellini e denuncia due bracconieri campani

‘operazione eseguita nelle campagne tra Minturno e Santi Cosma e Damiano: sequestrati reti e richiami elettronici

Il Nipaf libera 35 cardellini e denuncia due bracconieri campani

Sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Cassino due bracconieri del napoletano, sorpresi questa mattina all’alba dagli agenti del Nucleo investigativo della forestale di Latina, alle prese con trappole e richiami per la cattura di cardellini. 

Il blitz del Nipaf è avvenuto nelle campagne tra Minturno e Santi Cosma e Damiano e ha consentito di liberare ben 35 cardellini vivi. Gli agenti nel corso dell’operazione antibracconaggio hanno sequestrato reti e richiami elettronici. Nei guai sono finiti D.V., 48enne di Giugliano (Napoli), e C.C., 60enne di Napoli, entrambi gravati da precedenti per rapina, estorsione e furto. La cattura dei cardellini è vietata in Italia in quanto specie protetta. La cattura di questa specie di volatili alimenta un mercato nero soprattutto nel Meridione dove si ritiene, erroneamente, che possa sopravvivere il gabbia. In realtà solo un quarto all’incirca dei soggetti catturati sopravvive. (Nella foto il sovrintendente del Nipaf Stefano Giulivo).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci!